Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ci.Ma United, campioni di rigori

La finale dei rigori, si può sintetizzare così il pomeriggio calcistico dedicato alla Categoria Ragazzi che ha assegnato il titolo 2019. I due incontri ospitati sul terreno di gioco di Gorzone sono infatti terminati ai calci di rigore a testimonianza di un campionato molto incerto. Non sono mancate le sorprese nelle fasi finali del torneo ragazzi che ha visto impegnate undici formazioni. Già nei quarti di finale alcune certezze del campionato hanno vacillato. G.S.O. Gratacasolo e Ci.Ma. United sempre in testa al gruppo hanno incontrato parecchie difficoltà a superare l’U.S. Darfo e la Polisportiva Gianico. Due delle prime quattro invece, U.S. Sacca e G.S.O. San Valentino, hanno dovuto cedere il passo rispettivamente a G.S.O. Darfo e A.S.C. Capontina. L’incertezza ha regnato anche nelle semifinali con il passaggio del turno in bilico fino alla fine. Uscite sconfitte dalla semifinale G.S.O. Darfo e G.S,O. Gratacasolo hanno dato vita ad un’altrettanto equilibrata ed incerta finale di consolazione. I ragazzi dell’Oratorio Darfo in vantaggio con ampio margine si sono fatti raggiungere dal G.S.O. Gratacasolo gettando una vittoria che ad un certo punto del confronto sembrava ormai acquisita. Senza passare dai tempi supplementari le due formazioni si sono giocate la coppa del terzo posto ai calci di rigore. Darfnesi precisi e implacabili dal dischetto mentre il Gratcasolo ha sentito il peso dell’emozione. Terza piazza quindi per il G.S.O. Darfo che ha disputato un torneo in crescendo, delusione nelle fila del Gratacasolo che, al contrario, è sempre stato al vertice del torneo sbagliando però la semifinale di andata e perdendo quindi la possibilità di giocarsi il titolo. Altrettanto emozionante e ricca di colpi di scena il confronto tra Capodiponte e Cividate/Malegno. Non poteva essere diversamente visto i due confronti diretti in campionato erano terminati entrambi i parità. Partono meglio i ragazzi di Caopodiponte anche loro in ascesa nell’ultima parte del torneo; sorpresa dall’inizio degli avversari la Ci.Ma, United si vede costretta ad inseguire e rimontare, a fatica, due gol di scarto. Nel terzo ed ultimo tempo la squadra che unisce gli Oratori di Cividate e Malegno opera il sorpasso. Il titolo sembrava a portata di mano della Ci.Ma., all’ultimo istante però il Capodiponte riesce a pareggiare, con merito, e quindi a prolungare l’incontro ai tempi supplementari. Non succede niente di particolare nell’extra time e quindi sono ancora i calci di rigore a decidere il confronto. Sono dei cecchini i giocatori della Ci.Ma. al contrario i ragazzi di Capodiponte commettono alcuni errori. Festa grande quindi per la squadra di Cividate/Malegno che ha fatto soffrire fino alla fine i propri sostenitori e gli allenatori aggiudicandosi lo scudetto meritato per l’ottima stagione disputata. Rammarico tra le fila del Capodiponte che nella prima parte del confronto era riuscito a staccare gli avversari, ai rigori è mancata la precisione e la freddezza. Le premiazioni sul terreno di gioco effettuate dalla responsabile del settore calcio Ines Tonsi hanno concluso l’emozionate pomeriggio di calcio.

Tags: