Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Che spettacolo le finali degli Allievi

Che spettacolo le finali degli Allievi

Continuano a regalare emozioni e spettacolo le finali di calcio del CSI Vallecamonica. Dopo la Serie A degli open a sette e i Ragazzi tocca agli Allievi mettere in scena due incontri coinvolgenti . Come nei due precedenti appuntamenti per l’assegnazione dei titoli anche alla Beata, che ha ospitato la finale degli Allievi, tribune piene di tifosi a dimostrazione della voglia di tornare a fare sport con il CSI. Apre la serata dedicata al calcio giovanile il confronto tra la squadra di casa e il C.G. Rogno con il palio il terzo posto sul podio. La partita è all’insegna dell’equilibrio; la due formazioni sono attente a non concedere troppo spazio in attacco e sempre pronte a ripartire in velocità. Per una decina di minuti quindi grande equilibrio in campo e poche vere opportunità per segnare. Spezza questo equilibrio l’A.S. Beata che all’undicesimo minuto passa in vantaggio con Camillo Filippi. Pronta la reazione degli allievi di Rogno che con alcune buone trame mettono in difficoltà la difesa avversaria senza però trovare la rete. Così è la squadra di casa a raddoppiare al diciottesimo ancora con Camillo Filippi. Non si perde d’animo il Rogno che continua a proporre un ottimo gioco premiato al ventesimo con il calcio di punizione realizzato da Matteo Mariolini. Nella ripresa l’A.S. Beata pensa più a difendersi che ad attaccare e subisce la pressione degli avversari. La difesa dei padroni di casa è ordinata ma non riesce a far ripartire i propri attaccanti; merito anche di un Rogno sempre molto preciso nella fase difensiva dove si mette in evidenza il capitano Simone Mondini. Gli ospiti colgono il frutto di questa pressione al quindicesimo ancora su calcio di punizione da fuori area battuto in questa occasione da Daniele Fenaroli. La Beata abbandona l’atteggiamento difensivo per tornare ad attaccare come all’inizio del confronto. Ed è per la terzo volta Camillo Filippi ad approfittare di una delle poche esitazioni della difesa avversaria per mettere a segno la rete decisiva al ventunesimo minuto. L’assalto finale del Rogno produce qualche opportunità che però non si concretizza. Vince quindi, e si aggiudica il terzo posto, l’A.S. Beata; risultato meritato per l’ottima prima parte della stagione condotta dai ragazzi allenati da Giuseppe Pè che hanno sofferto molto nelle fasi finali del torneo. Bene il C.G. Rogno che mete in mostra un buon gioco di squadra e tanta grinta, una finale persa a pochi minuti dal termine dopo averla riacciuffata con determinazione. Quanti colpi di scena nella finalissima del torneo primaverile; a contendersi il trofeo la polisportiva Gianico, già vincitrice della fase autunnale, e la rivelazione Piamborno che in questi mesi è cresciuta parecchio fino a raggiungere con merito la finale. Incontro che in certi momenti sembra indirizzato verso una delle due contendenti ma che subito dopo cambia direzione e resta incertissimo fino al fischio finale. Meglio la polisportiva Gianico in avvio; i campioni in carica fanno pesare la loro forza fisica e la tecnica di alcuni giocatori. Manca però un po’ di precisione nelle conclusioni a rete da una parte e dall’altra; da segnalare comunque due clamorose traverse colpite dalle due squadre. Il risultato resta così inchiodato sullo zero a zero fino al dodicesimo quando con una grande conclusione dalla distanza Michele Pendoli porta in vantaggio il Gianico. Il raddoppio dopo una manciata di secondi, a realizzarlo è Luca Mondini. Il G.S.O. Piamborno sotto di due gol si scuote e si libera dall’emozione che ha condizionato la prima parte del confronto. La squadra allenata dalla coppia Idrizaj-Plona inizia a proporre il proprio gioco veloce e preciso e i risultati si vedono immediatamente. Al sedicesimo è Denis Rinxhi a ridurre le distanze; tre minuti più tardi il nuovo entrato Marco Murarasu con un preciso colpo di testa rimette in parità il confronto. Le emozioni non sono ancora terminate, passano due minuti ed è il Gianico ancora con una rete capolavoro a tornare in vantaggio grazie al capitano Alessandro Brognoli. Il Gianico sembra padrone della finale quando al quarto minuto della ripresa allunga ancora con la rete di Marco Gabrieli. La finale però è lunga eil Piamborno ha tanto orgoglio. La risposta due minuti dopo di Murarasu, abile sui colpi di testa, rimette in discussione il risultato finale. L’inerzia è favorevole al Piamborno mentre il Gianico subisce il colpo e commette alcuni errori in difesa. Pronti ad approfittarne gli avversari che sempre con Murarasu prima pareggia al decimo minuto poi mette la freccia tre minuti più tardi. Adesso la Coppa primaverile sembra destinata a Piamborno; l’accelerazione finale del Gianico però è travolgente in sessanta secondi Brognoli effettua il controsorpasso. Ancora emozioni negli ultimi minuto con il Piamborno che per due volte colpisce il palo interno; meritavano i ragazzi di Piamborno di giocarsi la finale ai tempi supplementari, la sfortuna li ha fermati. Si aggiudica quindi anche il torneo di primavera la Polisportiva Gianico ma applausi e complimenti meritati anche agli avversari per lo spettacolo messo in scena. Le premiazioni dei due tornei effettuate dai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale hanno concluso la bella serata di calcio organizzata alla perfezione dagli animatori dell’A.S. Beata.

Tags: