Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Finalmente

Siamo usciti da un brutto sogno; finalmente nel fine settimana le attività sportive del CSI Vallecamonica sono ricominciate dopo venti mesi di stop. Quest’estate i primi segnali positivi con i mini tornei di calcio e pallavolo che hanno chiuso la stagione 2020/2021. Poi, ancora più importante, l’impegno nei centri estivi parrocchiali e di alcuni comuni della Vallecamonica. Un’esperienza che consolida quella messa in campo lo scorso anno in piena emergenza educativa. Attività che entra con pieno diritto tra le proposte sportive del nostro Comitato. In un crescendo positivo è arrivata anche la prima prova della Coppa Camunia, il campionato di podismo, con numeri apprezzabili. E con l’inizio di ottobre ecco i campionati di calcio. Non dobbiamo in questo momento guardare ai numeri; per il CSI Vallecamonica inizia una nuova fase, quella dell’impegno a promuovere sul territorio, con la stessa forza di quarant’anni fa, la nostra idea di sport. La pandemia ha azzerato tutto, ha messo duramente alla prova le società sportive, ha tolto fiducia ai volontari disponibili a seguire, con diversi ruoli, i ragazzi, ha imposto un nuovo modello sportivo. Dobbiamo raccogliere questa sfida insieme ai gruppi sportivi e coinvolgere tutte le realtà attive sul territorio per superare gli ostacoli. Lo sport di base è essenziale nel mondo sportivo italiano, non può essere ridotto ai minimi termini o, addirittura, scomparire. Un 2021 da sogno per lo sport italiano non sarà più possibile ripeterlo in futuro se non si rafforza lo sport di base. Abbiamo tanto terreno davanti a noi da recuperare, ma i segnali sono positivi. Era importante ripartire, l’abbiamo ripetuto più volte nei numerosi incontri promossi in questi mesi. Il coraggio dimostrato da parecchie società sportive è stato colto da chi aveva ancora timori e dubbi. Alcuni li hanno sciolti in questi giorni iscrivendosi, pur in ritardo sulle date stabilite dal CSI, ai campionati di calcio, pallavolo e dell’attività giovanile. Altri probabilmente lo faranno in primavera quando proporremo la novità del secondo campionato nella stessa stagione sportiva. Domande e richieste arrivano in queste settimane e fanno pensare ad una crescita dei numeri già a Febbraio/Marzo prossimi. Domenica scorsa la prova regionale di corsa su strada che abbiamo ospitato a Darfo ha dato un segnale importante di quanta sia la voglia di rimettersi in gioco. Quattrocento atleti, trenta società sportive, tra i partecipanti un buon numero erano del nostro Comitato. A seguire la gara qualche centinaio di genitori e accompagnatori, cornice che ha reso ancora più bella la festa dell’atletica. L’impegno degli animatori del G.S.O. Darfo che si sono spesi per la riuscita della manifestazione è la misura di quanta sia la voglia di mettersi alle spalle un periodo terribile per il nostro sport. Senza però dimenticare l’attenzione necessaria richiesta per svolgere l’attività sportiva in sicurezza. Le società sportive si sono attrezzate (alcune con precisione e puntiglio altre un po’ meno) e hanno rispettato il protocollo. Anche in questo lo sport dei prossimi anni sarà diverso da quello che eravamo abituati a vivere. Sul rispetto della vita e della persona il CSI ha costruito il proprio progetto educativo, non dobbiamo dimenticarlo proprio in questo momento.

Associazione Sportiva Dilettantistica C.S.I. Vallecamonica Via S.Martino n.44 - 25050 Plemo di Esine (BS) C.F. 90002580174 - P.IVA 01927640985
© 2015 CSI Vallecamonica. All Rights Reserved. Designed By Electronic Center S.r.l.