Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

A nuoto per abbattere le barriere

Da Palermo a Trieste nuotando, in diverse tappe, per sensibilizzare la società sui problemi legati alla disabilità. Salvatore Cimmino porta anche sul Sebino la sua azione diretta ad abbattere i pregiudizi e promuovere uno sport senza barriere. La quindicesima tappa del giro d’Italia, iniziato il 7 maggio a Ventimiglia, approda a Pisogne dove, sabato 25 settembre, il nuotatore di Torre Annunziata, sarà impegnato nella traversata Pisogne-Lovere. Nato nel 1964, Cimmino a 15 anni è stato colpito da un terribile osteosarcoma e per salvarsi la vita è stato costretto all’amputazione della gamba a metà del femore. A circa 40 anni ha iniziato a nuotare e nel 2006 ha effettuato la sua prima traversata – Capri Sorrento, 22 km – senza l’ausilio di protesi performanti. Nel 2007 organizza il “Giro d’Italia a nuoto” e nel 2010 inizia il tour “A nuoto nei mari del globo – Per un mondo senza barriere e senza frontiere”. La presenza in Vallecamonica del nuotatore è lo spunto per una due giorni di incontri e occasioni dedicate a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema delle barriere per chi ha disabilità fisiche. Venerdì 24 settembre, in mattinata, Cimmino incontra gli studenti del CFP – Fondazione Cattolica di Vallecamonica a Capodiponte e del liceo sportivo “Decio Celeri” di Lovere. Nel pomeriggio, alle ore 16 all’interno del parco Damioli a Pisogne, è in programma un convegno sui Piani di eliminazione delle barriere architettoniche. La quindicesima tappa del giro d’Italia a nuoto prende il via alle 9:30 di sabato dal porto Goen a Pisogne. La speciale traversata verso Lovere sarà accompagnata dai velisti dell’AVAS e dai gruppo canoisti Canottieri Sebino. All’arrivo di Salvatore Cimmino, alle ore 12 nel porto turistico di Lovere, sarà inaugurato il polo sportivo della disabilità. Nella mattinata di sabato in questo spazio i disabili potranno cimentarsi in alcune attività sportive come vela, canottaggio, nuoto e tennis con l’obbiettivo di dimostrare l’importanza dello sport nell’abbattere barriere di ogni tipo. L'iniziativa è organizzata dalle Acli provinciali di Brescia e da US Acli Brescia, in collaborazione con le Acli di Bergamo e le Acli Lombardia, con i Circoli Acli di Pisogne e di Lovere, con il Comitato CSI della Valle Camonica, con il Patrocinio dei Comuni di Pisogne e di Lovere e con la collaborazione di numerose realtà del territorio tra le quali, naturalmente, anche la Polisportiva Disabili Valcamonica.

Associazione Sportiva Dilettantistica C.S.I. Vallecamonica Via S.Martino n.44 - 25050 Plemo di Esine (BS) C.F. 90002580174 - P.IVA 01927640985
© 2015 CSI Vallecamonica. All Rights Reserved. Designed By Electronic Center S.r.l.